Arriva l’Arte Riprogrammata – Online il sito!

by

arte-riprogrammata

Lo scorso ottobre l’Associazione WeMake e’  stata invitata al Consolato generale di Svizzera per la presentazione di «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia», un programma di scambi binazionali promosso dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia e realizzato in partenariato con i cantoni Ticino e Vallese, la città di Zurigo, la Fondazione Ernst Göhner e con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura della Regione Lombardia e del Comune di Milano.

societa-svizzera

WeMake e’ infatti orgogliosamente partner del progetto Arte Riprogrammata:

Negli anni ’60 del Novecento, il Gruppo T ha creato opere d’arte in cui gli spettatori erano utenti attivi. Attraverso l’organizzazione di un workshop e di una mostra, il progetto Arte ri-programmata: un maniesto aperto, mira a coinvolgere un gruppo di artisti e designer svizzeri e italiani nel processo di riprogrammazione open source delle opere d’arte del gruppo T. Gli artisti espanderanno le opere del Gruppo T tramite la programmazione di comportamenti interattivi attraverso tecnologie  open source e rilasceranno una documentazione sotto licenza Creative Commons per supportare la riproducibilita’ e l’estensione delle opere da parte di altre persone.

Il progetto tocca delle tematiche che sono un filo conduttore della nostra attivita’, in modo particolare per quello che riguarda la sperimentazione nell’open source e nella condivisione.

Da qualche giorno il sito e’ online e i lavori di costruzione avranno inizio insieme a quelli di documentazione! Per approfondire la tematica, leggete l’Open Manifesto del progetto.

arteriprogrammata

L’evento di presentazione di ottobre e’ stata l’occasione per incontrare Giovanni Anceschi e scoprire le sperimentazioni di quegli anni, raccontate direttamente dalla sua voce! Qualche giorno fa siamo passati a trovarlo e ci ha mostrato alcuni suoi lavori.

Dopo l’estate cominciano i lavori veri e propri con un workshop di hacking alla Supsi  dal 1 al 7 settembre.

Intanto vi consigliamo di seguire il progetto sui vari canali:

https://www.facebook.com/reprogrammedart

http://www.reprogrammed-art.cc

https://twitter.com/ReprogrammedArt

http://viavai-cultura.net/

https://www.facebook.com/GruppoT
partner-riprog

 

Popupmakers – 18 Giugno – Milano at Spazio Yatta

by

popupmakers.net

PRESENTAZIONI 18 GIUGNO 2014
h. 19-21

Via Pasubio 14 – Milano c/o Spazio Yatta

- Federico di Girolamo, Giorgio Forti e Marta Lo Bianco presentano Chocomatica
Una macchina che controlla il temperaggio del cioccolato per l’auto produzione di tavolette di qualità.

- Paolo Mauri presenta Wiild
La lavagna interattiva open source e a basso costo per le scuole.

- Serpica Naro presenta di Oknit.me
Il software open source per realizzare facilmente schede perforate per le macchine da maglieria a partire da un’immagine a due colori e con l’aiuto di una plotterina o la lasercut

 

Making@PoliMi | Iscrizioni aperte per il bando

by

Da qualche giorno è disponibile il bando di partecipazioneMaking@Polimi (M@P), l’attività di sperimentazione sul design e i fenomeni emergenti della fabbricazione digitale e dell’autoproduzione, promossa nell’ambito del progetto FARB-MakeFactory, e finanziato dal Dipartimento di Design del Politecnico di Milano.

Durante la settimana dal 5 al 9 di Maggio verrà allestito all’interno della Scuola del Designun makerspace temporaneo connesso al Sistema dei Laboratori di Design. Questo spazio di sperimentazione sarà messo a disposizione di cinque team multidisciplinari, selezionati attraverso un apposito bando, per trasformare i loro progetti in prodotti ready to market. Il bando di partecipazione (Open Call) si rivolge a studenti, dottorandi, progettisti ed esperti di autoproduzione, design, open design, interaction design, design generativo, hacking, tecnologie per la fabbricazione analogica e digitale.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare la pagina ufficiale dell’iniziativa con tutti i dettagli per presentare le candidature.

La scadenza della open call è fissata per il 7 Aprile.

MATP_ADV_h400

Durante la settimana di workshop, inoltre, avranno luogo altri eventi di divulgazione aperta al pubblico, che coinvolgeranno imprese, studenti, ricercatori e appassionati, per riflettere insieme sul cambiamento dei modelli di progettazione, produzione e distribuzione delle merci. Il 5 maggio la Scuola del Design ospiterà la Make Session, una giornata di dimostrazione, sperimentazione e approfondimento dedicata al futuro della stampa 3D, insieme ad alcune tra le realtà più interessanti nel panorama italiano e internazionale. Infine, il 9 maggio siete tutti invitati al PopUpMakers dedicato ai progetti di M@P, in cui i progettisti racconteranno i loro prodotti e risponderanno alle domande del pubblico.

 

Arduino Day sabato 29 Marzo a WeMake e nel mondo!

by

ARDUINODAY

 

 

L’evento si tiene all’interno delle attivita’ warm-up di WeMake, il makerspace di Milano in apertura (maggio 2014) in via Stefanardo da Vimercate 27/5

————————————–

Una giornata dedicata ad Arduino e alla sua community nel mondo!
Quest’anno si festeggia il decimo compleanno di Arduino, la scheda open source nata in Italia ma diffusa in tutto il pianeta dei makers.

Arduino Day a Milano  ha l’obiettivo di diventare momento di incontro per appassionati, e pro, ma anche aziende e istituzioni e un punto di partenza per la condivisione di conoscenze e strumenti di innovazione tecnologica.

Il programma in via di definizione continua per ora prevede:

Introduzione – Welcome to Arduino Day Milano

///PRESENTAZIONI – dalle 14.30

- Arduino Yún for Beginners
Cristian Delogu
Arduino User Group & Wearables Milano
Zoe Romano e Costantino Bongiorno di WeMake
Introduzione alla nuova Arduino Tre
Cristian Maglie di Arduino
- Octopulse Controller midi basato su Yún
Pietro Perona/Andrea Macchieraldo

///ARDUINO FOR BEGINNERS – dalle 15.30
a cura di Angel De La Guardia e Simone Majocchi

- Filosofia di Arduino
- Piattaforma (Hardware, Ide)
- Creazione di un semplice dispositivo interattivo
- Sensori e attuatori
- Fare lampeggiare un Led
- Led comandato da un pulsante
- Input Output avanzati (PWM Input analogici)
- Ripasso dei concetti di base visti insieme

///AREA “DEMO PROGETTI”- dalle 14.30

Progetti e prototipi per scoprire concretamente
le potenzialita’ delle schede Arduino.

12 progetti in mostra

Pentagono del gusto, sensori e riconoscimento del gusto
Antonio Giusti e Angela Saluzzo di PsychoLab

Arduino TRE in action
di Cristian Maglie di Arduino

Progetto con Arduino Yun
di Stefano Guglielmetti di Mikamai

Story Lento – Lampada che legge le fiabe
di Matteo e Edoardo di babau lab

MEG Prototipo di Light Engine
di Piero Santoro e Carlo D’Alesio di Yradia

Cromatica
Innocenzo Rifino di Digital Habits

Collecting yourself by cycling
Assunta Matassa

Step – Sinth per bambini
di Studente Master SUPSI

Octopulse – Controller Midi basato su Arduino Yun
di Octopulse team

Textile Matrix – Prototipi Smart Textile
di Plug & Wear

Leyla – Interactive Veil
di Patrizia Sciglitano

Tonelab Companion
di Stefano Zampella

////AREA “ASK THE DOC”- dalle 14.30

Porta il tuo progetto incompleto e fatti consigliare
dagli specialisti in camice bianco.
Si dispensano consigli di hardware – software e
elettronica, il tutto applicato ad Arduino.

WATCH OUT!  area smanettamenti!!

////APERITIVO – dalle 18.30

Presentazione Call for Makers per MakerFaire Roma 2014
di Costantino Bongiorno

www.arduinoday.tv

www.wemake.cc

L’evento su Facebook https://www.facebook.com/events/615435231863732/

Prenotati e partecipa su Eventbrite

Diventa maker in biblioteca – Intro alla stampa 3d al Pertini

by

3dpertini

L’associazione WeMake sta lavorando ad un bel progetto per portare nella bellissima biblioteca di Cinisello Balsamo (ilPertini) strumenti e cultura #maker.

Sul sito del progetto HubOut potete trovare gli altri corsi in programmazione.

Sabato abbiamo fatto il primo (di due) corsi introduttivi alla Stampa 3d.  Eccovi le slide che abbiamo usato:

Intro al 3D printing HubOut Makerslab alla biblioteca Civica ilPertini di Cinisello Balsamo, Milano from Costantino Bongiorno

Portiamo la stampa 3d all’elementare Stoppani

by

stoppani 3d

Dopo aver visto le protesi stampate in 3d, i pezzi di Lego mai visti prima, e altre forme impossibili realizzate dalle macchine open source a basso costo, in molti si sono spinti a riconoscere che questa tecnologia dovrebbe essere introdotta nelle scuole al piu’ presto, per stimolare i bambini nel pensare come progettare e realizzare oggetti e strumenti del mondo che abitano e che potrebbero migliorare.

Entrare nelle scuole non e’ semplice. Ma ci sono alcune persone che hanno la volonta’ e riescono a raccogliere il tempo che serve per fare in modo che questo accada. Ne abbiamo letto un esempio sui giornali quando Maurizio Sobrero, docente di ingegneria economica e gestionale dell’Alma Mater di Bologna,  insieme all’associazione “MakeinBo”  ha portato al liceo Malpighi di Bologna una serie di incontri /workshop sull’argomento.

A Milano sta succedendo qualcosa di analogo. Quando Gaia Pozzoli, presidente dell’Associazione Stoppani  e gia’ promotrice dell’iniziativa Assistente per un giorno,  ci ha coinvolto per dedicare due sabati a bambini e  genitori della scuola elementare Stoppani abbiamo subito accettato e speriamo che ci siano iniziative analoghe in molte altre scuole  in Italia!

Ecco parte del loro comunicato in cui raccontano quello che faremo:

É con grande entusiasmo che l’Associazione Stoppani annuncia l’avvio di un progetto molto innovativo per la nostra Scuola: Elementare 3D – I bambini scoprono le nuove frontiere della stampa digitale, realizzato dal Gruppo Nuovi Progetti e Iniziative Speciali in collaborazione con il Gruppo Progetti Didattici.

L’iniziativa è così strutturata: dal1° Febbraio al 15 Marzo per quattro Sabati, i nostri bambini potranno venire a Scuola e con l’aiuto degli esperti del Fablab di Milano e dell’Associazione WeMake avranno la possibilità di scoprire come da un semplice disegno fatto al computer, che loro stessi potranno creare con un software molto intuitivo, si può arrivare alla realizzazione vera e propria di un oggetto tridimensionale che in pochi passaggi verrà stampato e prodotto in 3D davanti ai loro occhi. Ad ogni bambino verrà lasciato in ricordo un oggetto stampato.

I pomeriggi dedicati ai Workshop 3D saranno: 1° e 15 Febbraio – 1 e 15 Marzo, dalle 14 alle 18, in due turni di circa 2 ore, con 15 bambini ciascuno, per un totale di 120 bambini.

 

Scaldiamo i motori della nostra stampante Ultimaker e ci prepariamo all’incontro :)

Learning by 3d printing with Machine Series

by

Machine Series

—- english below

Ieri ho incontrato un possibile investitore per il makerspace WeMake (se anche tu vuoi saperne di più scrivici a hello [ @ ] wemake.cc). Come spesso accade in questi casi era incuriosito in particolar modo dalla stampa 3d. Spiegarla a parole non è semplice ed poco efficace, una live demo lo è sicuramente di più perche’ alle metafore (dentifricio, colla a caldo, sac a poche) e a un intenso gesticolare di mani, si sostituisce la stampante in funzione, accompagnata dalla musica electro minimal degli stepper in movimento.

Una piccola collezione di oggetti stampati danno subito un’idea di quello che si può fare, i materiali utilizzabili, tempi e le qualità di stampa possibili.

E’ per questo motivo che ho deciso di stampare (ci sono volute 2 ore con la nostra Ultimaker) e portare con me un oggetto progettato (e rilasciato in open design) da Barbara Busatta e Dario Buzzini  di machine-series.com che nei giorni scorsi ha avuto un’ottima accoglienza dalla stampa,  complici le bellissime fotografie.

Io non sono un designer e non ho colto al volo le caratteristiche dell’ottima progettazione di questa serie di oggetti se non dopo averne stampato uno.

Stampatelo e sarà chiarissimo anche a voi!

Learning by 3d printing>> download

p.s.: grazie a Francesco Pacelli per l’hint ;)

———————- EN

Yesterday I met a possible investor for our Makerspace and as often happens in these cases, he was pretty interested in learning about 3dprinting.

Explaining how it works is not so simple and effective, that’s why a live demo is better because you can substitute metaphors (toothpaste, hot glue, sac a poche) and weird hand gestures, with a working 3d printers and its soundrack of minimal electro coming from the moving steppers.

Usually a small collection of printed object is the best way to go and give an idea of what you can do, what materials you use and what type of quality we can expect.

That’s why I took the chance to print in advance (it took 2 hours with our Ultimaker) and bring with me one of the objects designed (and released in open design) by Barbara Busatta and Dario Buzzini  of machine-series.com, which got a nice press coverage on design blogs all over the world,  helped also by its cool pictures.

I’m not a designer and at the beginning I didn’t get the design approach of these objects but I understood it right after I printed one.

Print it and it’ll be crystal clear to you too!

Learning by 3d printing. download

Diventa Maker in Biblioteca – Inaugurazione Sabato 18 gennaio

by

DiventaMaker - Fronte

 

L’associazione WeMake ha il piacere di invitarvi alla giornata di inagurazione del nuovo HubOut Makers Lab, sabato 18 gennaio dalle ore 9.30 per tutta la giornata al Centro Culturale Pertini a Cinisello Balsamo.

In questi mesi, dopo l’incontro con vari rappresentanti di centri giovani e biblioteche avvenuto ad inizio 2012 per un’iniziativa di Codici Ricerche, abbiamo iniziato una collaborazione con Massimo Capano, del Comune di Cinisello, il progetto HubOut e l’Associazione Marse per supportarli nella realizzazione di un piccolo laboratorio all’interno del Centro Culturale Il Pertini e dare vita a una sperimentazione di condivisione di conoscenze nell’ambito della cultura dei Makers.

 

Ad HubOut MakersLab (seguite la pagina Facebook in continua evoluzione), all’interno del Pertini (secondo piano) abbiamo organizzato postazioni per offrire esperienze hands-on di digital fabrication, con materiali, strumenti e documentazione che riguardano:

- la stampa 3D: forma di produzione additiva che attraverso la sovrapposizione di strati di materiale plastico fabbrica oggetti a partire da modelli 3D digitali;

- il taglio vettoriale: contrariamente alla stampa 3D, è una tecnica di fabbricazione sottrattiva tramite una taglierina controllata digitalmente;

- l’elettronica: insieme di conoscenze e metodologie utilizzate per la progettazione e la realizzazione di progetti interattivi con strumenti che permettono un approccio facilitato;

- il craft: conoscenze e tecniche che dall’idea permettono di passare all’oggetto fisico utilizzando varie strumentazioni e materiali.

 Vi invitiamo alla giornata di inaugurazione che abbiamo curato insieme al team elencato sopra, il cui  programma prevede le iniziative elencate in fondo a questa pagina. Oltre a essere presenti con le demo di alcune macchine, cureremo il dibattito di fine giornata.

////// h. 9.30-13
Dibattito – Territorio, cultura, innovazione e creatività: come gli enti pubblici possono incoraggiare e promuovere lo sviluppo locale.

Chi “fa” cultura necessita di interagire con i sempre più rapidi e profondi cambiamenti culturali,
sociali ed economici. Occorre riflettere ancora sul potenziale che creatività e produzione culturale hanno e possono avere nel sostenere lo sviluppo locale. Ne discuteremo a partire da alcuni esempi con istituzioni, terzo settore, operatori culturali, cittadini, mondo dell’artigianato e dell’imprenditoria.

Ospiti

Patrizia Bartolomeo – Assessore alle politiche giovanili
Andrea Catania – Assessore alla cultura e alle attività produttive
Giulio Fortunio – Direttore Centro Culturale Il Pertini di Cinisello Balsamo
Renzo Davoli – Università di Bologna
Bertram Niessen – Doppiozero
Michele Lanzinger – Direttore Museo delle Scienze di Trento
Cristina Bambini – Biblioteca San Giorgio di Pistoia
Modera Stefano Laffi – Sociologo e ricercatore – CodiciRicerche

//////h. 11-17
Makers in Action: Demo Session
Vieni a toccare con mano gli strumenti dei Makers. Ti aspettiamo con alcune demo di:

- Stampa 3D
- Plotter da taglio
- Arduino

//////h. 15-17
A caccia di Makers: Mostra e Racconta il tuo progetto
A Dicembre abbiamo lanciato un invito a collaborare, per iniziare a conoscere le persone che a Cinisello Balsamo e non solo gia’ si muovono e producono attivamente nel mondo dei makers.
Vieni a incontrarli e farti raccontare il loro progetto e le loro sperimentazioni.
Che la collaborazione abbia inizio!

Sei uno di loro? Presenta il tuo progetto!

//////h.17.30 – 19
Dibattito – Fare, aggiustare, innovare: tra condivisione e collaborazione. La cultura dei makers entra in biblioteca

“Per molti di noi, i libri sono strumenti di conoscenza. In questo senso, le biblioteche possono essere considerate come grandi raccolte di strumenti: perché quindi non aggiungere alle biblioteche anche “veri attrezzi” in futuro?” (Torrone, Is It Time to Rebuild & Retool Public Libraries and Make “TechShops” – 2011).

In che modo le biblioteche possono tornare a essere protagoniste nella diffusione della cultura e dell’innovazione? Il percorso non e’ semplice, ma neanche impossibile: parliamone con chi e’ gia’ in azione

Ospiti:
Marinella Levi – Piu’ Lab del Politecnico di Milano
Sabina Barcucci – Fablab Trento
Nicola Brambilla – MioCugino Officina di gesta e ingegno
Cristina Bambini – Biblioteca San Giorgio di Pistoia
Andrea Catania – Assessore alla cultura e alle attività produttive
Giulio Fortunio – Direttore Centro Culturale Il Pertini di Cinisello Balsamo

Moderano: Zoe Romano e Costantino Bongiorno – Associazione WeMake

////// h.19 Aperitivo e chiacchiere

DiventaMaker

Dopo Milano, Roma e Napoli, PopupMakers arriva anche Torino

by

PopupMakers da Avanzi

Quando abbiamo inaugurato il primo PopupMakers a Milano l’abbiamo fatto con un obiettivo semplice, rendere pubbliche quelle chiacchiere che ogni giorno facciamo tra di noi quando ci incontriamo e parliamo dei progetti su cui stiamo lavorando e sperimentando.

Lasciando da parte pitch, slides e ottimismi di facciata volevamo incontrarci una volta al mese per raccontare con un punto di vista “di chi fa”, le note positive e negative dell’essere maker per condividere impressioni e magari trovare soluzioni inaspettate e collaborazioni inattese. Il format l’abbiamo sempre tenuto aperto, cosi’ che chi volesse realizzarlo nella propria citta’ potesse farlo liberamente, mettendosi in contatto con noi per il supporto.

Senza budget e senza un calendario formale da lanciare, abbiamo inaugurato il 20 di febbraio 2103 nella sede di EarlyMorning, con l”idea di andare a scoprire e farsi ospitare ogni mese in un luogo diverso. Il locale si e’ riempito piu’ di quanto ci  aspettavamo, forse grazie agli ospiti speciali della serata: Massimo Banzi e Joseph Prusa. Tra il pubblico c’era anche Wired che ha poi pubblicato un articolo sulla serata.

Ora dopo quasi un anno, PopupMakers e’ attivo a Milano, Roma (gestito da Roma Makers), Napoli (Gestito da Urban Fablab) e da questo mese anche a Torino grazie alla collaborazione di Toolbox Coworking e Fablab Torino.

Vi aspettiamo per il prossimo appuntamento di PopupMakers sia a Milano (nella sede di Valcucine) che a Torino il 22 Gennaio 2014. Iscrivetevi ora su Eventbrite!

Contattateci su pop [at] popupmakers.net se volete organizzarne una serie nella vostra citta’ o per venire a presentare i vostri progetti in uno di quelli attivi in Italia.

logo_popup_makers

Responsive Flickr Gallery Error - SSL is required

Popupmakers – 27 novembre – Milano

by

popupmakers.net

Milano 27 Novembre 2013 h. 19-21

@ Scuola Cova corso Vercelli 22, Milano

Marcello Pirovano presenta Stampomatica

Una mini serie di micromacchine ad azione manuale per stampare biglietti da visita e cartoline. Stampomatica è l’espressione della forza della manifattura digitale unita alla memoria della stampa a caratteri mobili e alla passione per il DIY

Marco Lampugnani presenta Cyrcolo – Vimeo

Un device costruito per una community di ciclisti basata sulla condivisione di biciclette private.

Stefano Zampella presenta Tonelab Companion

Una pedaliera midi basata su Arduino che permette di estendere le funzionalità della pedaliera multi-effetto Tonelab LE prodotta dalla Vox.

%d bloggers like this: